Home page »
Archivio Notizie »

Alla 50km di Romagna si...

Notizie

Alla 50km di Romagna si assegna il Tricolore degli ultrarunner


18 aprile 2017
Alla 50km di Romagna si assegna il Tricolore degli ultrarunner
È giunta alla 36° edizione la 50km di Romagna, ultramaratona organizzata dall'associazione Podistica Avis di Castel Bolognese con il sostegno della BCC della Romagna Occidentale. La 50km, che si correrà il 25 aprile, si è guadagnata negli anni un posto di primissimo piano fra le gare di resistenza e, quest'anno, assegnerà al vincitore il titolo di Campione italiano di ultramaratona, essendo stata inserita nel calendario della Federazione di atletica leggera come unica prova del Campionato italiano FIDAL assoluto/master. Il percorso è quello classico, con la partenza e l'arrivo a piazza Bernardi, a Castel Bolognese, e l'ascesa al Monte Albano, che lungo i 5km della salita presenta 265 metri di dislivello. Un percorso, quello della corsa, che è stato misurato dalla federazione d'atletica, ed è stato inserito nel calendario internazionale dell'IAU, l'Associazione Internazionale di Ultrarunners, e fa parte del 9° Trittico di Romagna, con la Maratona del Lamone e la 100km del Passatore.

“Quest'anno puntiamo a raggiungere gli 800 iscritti alla corsa - spiega Riccardo Giannoni, responsabile dell'organizzazione della corsa -, fra cui molti atleti stranieri e diversi professionisti. Per la nostra associazione è davvero un notevole sforzo organizzativo e sono almeno un centinaio le persone che in modo volontario si adoperano affinché la gara riesca e sia un successo, anche per la città. Quasi il 70% dei partecipanti viene da fuori regione e quindi occorre trovare gli hotel, distribuire i gruppi, fare in modo che tutto fili liscio e che non ci siano intoppi dell'ultimo minuto. È una macchina organizzativa complessa che funziona molto bene e di cui siamo particolarmente orgogliosi. È chiaro che per sostenere uno sforzo di questo tipo l'aiuto della BCC della Romagna Occidentale è fondamentale, per noi - conclude Giannoni -. Difficilmente riusciremmo a far partire la gara se la banca non ci aiutasse”.

Uno sforzo organizzativo che ha un'importante ricaduta di immagine ed economica anche sul territorio, dato che durante i giorni della gara sono previsti molti turisti, corridori e accompagnatori, che arrivano in città. Una sinergia di cui la BCC della Romagna Occidentale è orgogliosamente parte.